BLOCCO STUDENTESCO – OGGI 20.000 STUDENTI IN PIAZZA CONTRO LA RIFORMA GELMINI OLTRE LE IDEOLOGIE

Il Blocco Studentesco è stato parte attiva del corteo di circa 20000 studenti che oggi hanno manifestato da piazza Esedra fin sotto il Senato. Dopo molti anni è stato possibile assistere ad una prova di unità generazionale oltre le barriere ideologiche, tutti gli studenti insieme contro la distruzione della scuola e dell’università. Ribadiamo che non è stato un corteo del Blocco Studentesco, ma di tutti gli studenti. Non è stato gridato alcun coro “duce,duce”, né ci sono stati simboli politici, come detto falsamente da organizzazioni come l’UdS che non hanno neanche partecipato alla manifestazione. La divisione è avvenuta quando membri esterni dei centri sociali di estrema sinistra, hanno costretto con la forza, creando un cordone umano, una piccola parte del corteo a non proseguire fino al Senato. Diffidiamo gli organi di informazione a non mandare notizie false in quanto verranno fatti oggetto di querele. Esistono ore e ore di prove video.

In merito riferisce Giorgio Evangelisti, vice presidente della consulta degli studenti e membro del Blocco Studentesco: “Tutti gli studenti oggi sono stati uniti contro la distruzione del sistema scolastico e universitario. Per fortuna la quasi totalità non ha abboccato al tentativo di strumentalizzazione dell’UdS e dei centri sociali, le immagini parlano chiaro. Probabilmente a qualcuno dà fastidio che ci sia un’unità generazionale, e per questo cerca di distruggere un’esperienza fantastica come quella che sta nascendo.” Arrivati sotto il Senato c’è stato il coro “buffoni,buffoni” lanciato contro esponenti dell’Italia dei Valori che hanno tentato di strumentalizzare. E’ stato tra l’altro chiesto un incontro dei rappresentanti studenteschi con il ministro che ci sarà domattina. Conclude il portavoce del Blocco Studentesco Francesco Polacchi: “Continuiamo la nostra lotta contro i tagli alla scuola, il cinque in condotta e la privatizzazione del sistema universitario. Non assisteremo inermi allo scippo del nostro futuro, continueranno manifestazioni, occupazioni e autogestioni. E’ in atto un cambiamento epocale, gli studenti sono l’unica voce che si fa sentire. E’ ora di dire, giovinezza al potere.”

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: