Fiaccolata in ricordo dei martiri delle foibe

n1594885315_109928_9131

Iniziativa di CasaPound per ricordare le vittime delle foibe
Fiaccolata nella piazza

Anche Ascoli Piceno ha reso onore alle vittime delle foibe. Sabato pomeriggio, i militanti di CasaPound di Ascoli, una ottantina, ordinatamente si sono schierati in Piazza del Popolo, dietro lo striscione “La verità non può essere infoibata!”. Non appena si è attenuata la luce del sole e la piazza si è fatta più buia, i ragazzi dell’associazione hanno acceso le loro fiaccole, sventolando tanti tricolori in silenzioso rispetto. “Abbiamo acceso le nostre fiaccole per rompere l’oscuramento nemico della verità – ci spiega Giorgio Ferretti, responsabile locale – Per sessanta anni il silenzio istituzionale ha tenuto nascosti venticinquemila italiani barbaramente trucidati dai partigiani titini al termine della seconda guerra mondiale e trecentomila esuli, costretti a lasciare le proprie case in Istria e in Dalmazia. Chiediamo che sia fatta piena luce sulla vicenda, poiché c’è ancora chi stenta ad ammettere che tantissimi italiani decisero di rimanere tali, anche davanti alla prospettiva di una morte orrenda, come l’essere gettati vivi nelle profondità carsiche. Tantissime persone hanno applaudito la nostra manifestazione e si sono mostrati solidali con la nostra causa. Sabato siamo stati noi a ricordare i nostri martiri, ma quando si deciderà di aggiungere questa immane tragedia anche sui libri di scuola?” . Dopo la distribuzione gratuita del pane CasaPound prevede altre iniziative.

Fonte: Corriere Adriatico

GIORNO DEL RICORDO OMAGGIO DI CASAPOUND

Fiaccole in piazza per le vittime delle foibe

In occasione del “Giorno del ricordo” di domani,in onore dei martiri delle foibe e degli esuli istriano dalmati, anche Casapound Ascoli ha voluto esprimere il suo omaggio con una fiaccolata che si è svolta sabato pomeriggio in piazza del Popolo, con un’ottantin di militanti della sezione ascolana, che hanno esibito anche uno striscione con su scritto “La verità non può essere infoibata!”.
Così, non appena è calata la sera e il salotto cittadino si è fattpo buio, i ragazzi dell’associazione hanno acceso le fiaccole, sventolando tanti tricolori, sempre in silenzioso rispetto.
“Abbiamo acceso le nostre fiaccole per rompere l’oscuramento nemico della verità – spiega Giorgio Ferretti, responsabile locale di Casapound. Per 60 anni il silenzio istituzionale ha tenuto nascosti 25mila italiani barbaramente trucidati dai partigiani titini al termine della seconda guerra mondiale e 300mila esuli, costretti a lasciare le proprie case in Istria e Dalmazia.
Chiediamo che sia fatta piena luce sulla vicenda, poichè c’è ancora chi stenta ad ammettere che tantissimi italiani decisero di rimanere tali, anche davanti alla prospettiva di una morte orrenda, come l’essere gettati vivi nelle profondità carsiche. Tantissime persone – prosegue il giovane responsabile – hanno applaudito la nostra manifestazione e si sono mostrati solidali con la nostra causa.
Oggi ci siamo noi a ricordare i nostri martiri, ma quando si deciderà di aggiungere questa immane tragedia anche sui libri di scuola?”
Alla fiaccolata era presente, oltre al coordinatore regionale di Casapound Andrea Lamona, anche il presidente dell’Ades (Associazione discendenti degli esuli).

Emidio Premici – Il resto del Carlino

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: