Il PdCI, a corto di idee, riesuma l’odio anti-fascista

Avendo letto il comunicato del Partito dei Comunisti Italiani circa la nostra conferenza sugli scontri di Piazza Navona, tenutasi sabato 4 aprile presso un bar del centro, ci sentiamo in dovere di rispondere. Associare Casa Pound, il Blocco Studentesco e i propri militanti a “non meglio precisati” episodi da stigmatizzare è una diffamazione bella e buona.
Ci chiediamo perchè i membri del PdCI non siano venuti alla presentazione del dossier per partecipare al dibattito ed esporre le proprie tesi (dato che l’evento era aperto a tutti) invece di richiedere fantomatiche censure da parte dell’amministrazione? Forse perchè a giugno ci sono le elezioni e il Pdci ha bisogno di visibilità o forse perché i propri militanti si sarebbero trovati davanti alla verità inconfutabile su ciò che è realmente successo il 29 ottobre 2008 a Piazza Navona. Concludiamo dicendo che noi non abbiamo nessuna intenzione di fare da palcoscenico elettorale al pdci, e ad altre formazioni della sinistra antagonista, che non avendo nulla da proporre usano l’antifascismo, l’odio politico e la censura per acquistare visibilità e creare problemi che non sussistono.

Fermo,14 febbraio

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: